#Badnews #Wtf #Holywords #FuckYou

Matteo 24, 12-13.

…per il dilagare dell’iniquità, l’amore di molti si raffredderà. Ma chi persevererà sino alla fine, sarà salvato.

Così il vangelo di oggi, domenica 17 novembre 2013. Questo, lo specchio del mondo odierno, un paese dove l’amore di pochi è sopraffatto dalla pochezza di spirito e dalla cattiveria di molti. “Ma chi persevererà sino alla fine, sarà salvato”. Ora il mio sito, il mio sogno, chiude i battenti  e mi sento un po’ come se lo facesse perché non ho abbastanza amore da perseverare sino alla fine e mi sono fatto sopraffare dall’iniquità di un essere che non ho la sfacciataggine di chiamare uomo. Un essere che mi ha augurato di nuovo la malattia, cosa che per chi ci è passato è peggio che la morte. Un essere peggiore del cancro. E lo posso ben dire perché ne parlo per esperienza. Non sono abbastanza forte ora. Oppure lo sono troppo perché, a differenza tua, io sono una persona che gli insulti li dice in faccia non al sicuro dietro uno schermo. E visto che la legge italiana non tutela ancora abbastanza lo stalking demo farmi da parte io per lasciar scorrazzare te come se nulla fosse. Come nell’Italia di tutti i giorni in cui il bene si fa da parte in favore del male. Mi sento debole con questo atto, mi sento di dartela vinta due volte, di tradire il Vangelo, di tradire me stesso e la mia coscienza che ti farebbe smettere a suon di pugni, da uomo a uomo come una volta. Solo una consapevolezza mi dà sollievo e mi fa star fermo con le mani in tasca: che, caro amico, quando verrà il giorno, e viene per tutti prima o poi, io so di aver meritato l’amore di tante persone quante non ne puoi nemmeno immaginare. Quel giorno, che avvenga tra cent’anni, lascerò sofferenza nel cuore di molti. Tu, lascerai solo liberazione nel cuore dei pochi lì presenti che pure fingeranno d’averti amato.

Non meriti nient’altro che l’indifferenza con cui ti ha sempre trattato il mondo.

Buon Natale a te caro amico, come tu l’hai augurato a me. E ricordati che una vita meravigliosa e piena d’amore come la mia tu la puoi vedere solo nei film.

Foto del 18-11-13 alle 02.01

Fuck You!

ML